IL GIARDINAGGIO NON È MAI STATO COSÌ SEMPLICE COME CON TOMAPPO

Credete all’idea che tutto il sapere sulla coltivazione di verdura buona e sana possa essere accessibile in un solo punto? L’assistente giardiniere digitale Tomappo.it tramite l’applicazione e il portale online offre proprio questo, portando l’utente in modo compatto e semplice attraverso la stagione di giardinaggio. È stato sviluppato da un team di giovani sloveni esperti in diversi settori, che si rendono conto di come la ricerca delle informazioni sui forum disordinati e nei grossi manuali possa influire negativamente sulla volontà di fare giardinaggio ancor prima di recarsi nell’orto. Tomappo.it pianifica i lavori di giardinaggio al posto degli utenti, perché questi possano passare più tempo tra le piante all’aria fresca. L'applicazione è a disposizione su Google Play anche in lingua italiana. La versione iOS non é supportate nella stagione 2019.

Previsione meteo e calendario lunare delle semine in tasca

Per non spendere più per prodotti appassiti e marci che hanno viaggiato per migliaia e migliaia di chilometri prima di arrivare al negozio, sempre più persone decidono di realizzare un orto proprio, nel quale erbe e verdure fresche sono sempre a portata di mano. Ma molto spesso iniziare a fare giardinaggio non è semplice. Per settimane coltiviamo il peperone in un vasetto, lo trapiantiamo, e poi non vuole più crescere. Bisogna disperarsi? Assolutamente no. Tomappo.it aiuta passo dopo passo sia i principianti che i giardinieri esperti ad attraversare tutta la stagione, dalla pianificazione dell’orto fino alla raccolta e all’utilizzo dei prodotti. Il promotore del progetto è Bojan Blazica, dottore di scienze dell’informazione e della comunicazione, che è stato ispirato dal padre, un giardiniere entusiasta. “Ho pensato che le lunghe annotazioni di mio padre sulla coltivazione della verdura potrebbero essere più chiare in forma digitale. Inoltre i consigli sul giardinaggio sono accessibili in modo più semplice sul cellulare che in una montagna di libri.”

La base dell’applicazione è il calendario delle semine, con l’aiuto del quale è possibile verificare i giorni adatti per il lavoro con determinati ortaggi, inoltre è possibile iscrivervi le constatazioni e i metodi legati alla fecondità per poterli utilizzare nella stagione successiva. Ma rispetto alle applicazioni della concorrenza la nostra versione offre di più. Provvede ad un’esatta previsione meteo per l’orto dell’utente, alla possibilità di impostare promemoria per non dimenticarci dei lavori, ma anche a consigli sulla concimazione, sull’eliminazione degli animali nocivi, sulla disposizione ottimale degli ortaggi e a molte altre informazioni. L’applicazione è adattata al clima locale, perciò non c’è pericolo che consigli come coltivare la papaya o il mango.

Nonostante l’importanza dell’alimentazione sana e dei prodotti locali, la maggior parte delle persone, che ci crediate o no, fa giardinaggio per passione e perché lavorare nell’orto rilassa. L’obbiettivo del team Tomappo.it è perciò permettere ai giardinieri di passare più tempo nell’orto, al sole e all’aria fresca, invece di pianificare e di cercare informazioni nei manuali.

Novità 2019: scambio semi e sensori per l'orto

Nella stagione 2019, stiamo aggiungendo diverse novità da orto per supportare lo scambio di semi e la sensoristica per un orto smart.

Z izmenjavo semen postane vrtnarjenje še bolj zanimivo, saj so nam naenkrat dostopne sorte, ki jih v trgovinah ne najdemo in so bolj prilagojene našemu okolju. Dodatno z izmenjavo semen pripomoremo k boju proti izgubi biodiverzitete, ki je eden bolj perečih okoljskih problemov Scambiando i semi, l'orticoltura diventa ancora più interessante perché possiamo accedere a varietà che non possono essere trovate nei negozi e che sono più adatte al nostro ambiente. Inoltre scambiando le sementi, contribuiamo a combattere la perdita di biodiversità, uno dei problemi ambientali più urgenti (Rockström, Johan, et al. "Planetary boundaries: exploring the safe operating space for humanity." Ecology and society (2009).).

I sensori per l'orto sono uno step nella direzione dell'agricoltura intelligente. Misurano l'umidità nel terreno e la temperatura nell'orto, due elementi che definiscono le condizioni di crescita in cui si trovano gli ortaggi. In base a questi dati, possiamo ottimizzare le attività in giardino, che in pratica significa meno lavoro, meno consumo di acqua e colture più affidabili e più abbondanti. Allo stesso tempo, siamo consapevoli del problema del consumo di acqua.

Cresciamo più velocemente del pomodoro e della lattuga

In Slovenia, dove l’idea è stata seminata e coltivata, l’applicazione è stata finora trasferita da più di 10.000 amanti di giardinaggio, il che significa che un appassionato di giardinaggio su venticinque c’è l’ha. Il cerchio degli utenti di Tomappo.it cresce molto velocemente, a due anni dall’arrivo dell’applicazione il loro numero è raddoppiato.

In collaborazione con esperti affermati

Il team che ha realizzato l’applicazione, oltre al promotore già menzionato, è composto dal programmatore, mag. Marko Novak, dal legale Tilen Blazica e dalla meteorologa dott.ssa Vanja Blazica. Nella preparazione dei contributi di Tomappo.it abbiamo collaborato con esperti riconosciuti della Camera dell’agricoltura e delle foreste della Slovenia e con i collaboratori dell’Agenzia per l’ambiente della Repubblica di Slovenia, inoltre ci siamo appoggiati su manuali di giardinaggio indispensabili di stimati autori da diversi Paesi. Per maggiori informazioni su di noi e sulla nostra applicazione visitate il sito web www.tomappo.it. Per ulteriori spiegazioni siamo a vostra disposizione all’e-mail info@tomappo.com o su numero di telefono +386 41 281 005 (Tilen).

Con l’Italia ci lega un rapporto particolare

Dai cartoni di Bim Bum Bam, con i quali abbiamo imparato l’Italiano, un Erasmus ai tempi di studio fatto a Foggia, un Erasmus imprenditoriale a Sassari presso Abinsula (dal quale è nata la collaborazione con Lifely che riguarda i sesori per l'orto), fino ai primi passi come start up, a Trento, nell’ acceleratore TechPeaks nel 2014. Un anno più tardi poi, con l’aiuto dei ragazzi di Leevia - amici dai giorni di Tech Peaks, abbiamo anche organizzato un foto contest molto popolare che è stato seguito da oltre 130.000 persone. Viaggi, amicizie, buon cibo, serie A … sono veramente tanti i bei ricordi che ci legano all’Italia.